Skip to main content
radicali liberi

Radicali Liberi: Cosa Sono e Come Combatterli

Se hai sentito nominare o hai letto più volte il termine radicale libero senza riuscire a capire bene di cosa si tratta, sei finalmente nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, cercheremo di capire cosa sono i radicali liberi, quando e perché possono diventare pericolosi per la nostra salute e, soprattutto, come contrastarli ed eliminarli.

I radicali liberi sono molecole di scarto che vengono naturalmente prodotte in seguito alle numerose reazioni chimiche che avvengono di continuo nel nostro organismo per via del fisiologico metabolismo cellulare. Esistono diverse tipologie di radicali liberi, ma i più importanti sono i cosiddetti ROS, ovvero le specie reattive dell’ossigeno. Si tratta, cioè, delle molecole di scarto che si sprigionano nell’organismo durante tutte le reazioni chimiche che utilizzano l’ossigeno e che sono le più numerose. Da qui l'importanza dei ROS rispetto alle altre tipologie di radicali.

Radicali Liberi: a Cosa Servono

Partiamo con il chiarire una cosa: i radicali liberi non sono del tutto pericolosi per la nostra salute. In realtà, mantenuti sotto un certo livello, sono “amici indispensabili” delle nostre cellule. Possiamo immaginarli come dei veri e propri "soldati" di cui dispone il nostro sistema immunitario per combattere e distruggere i microrganismi che di continuo attaccano l’organismo.

L'attivazione del sistema immunitario in risposta ad eventuali processi infiammatori è, infatti, proprio una delle cause "naturali" che portano il nostro organismo a produrre radicali liberi. In questo caso si tratta di un processo fisiologico perché i radicali liberi hanno un bersaglio da colpire rappresentato, appunto, dai microrganismi da eliminare.

Queste particolari molecole hanno altre funzioni importanti, soprattutto a livello cellulare. Ad esempio, partecipano alla comunicazione intracellulare e a molti processi biologici che avvengono all’interno delle cellule tra cui la produzione di energia e il metabolismo degli acidi grassi.

Perché può Esserci un Danno da Radicali Liberi

A questo punto viene spontaneo chiedersi perché, nonostante svolgano tutte queste funzioni così importanti per il funzionamento del nostro organismo, i radicali liberi possano al tempo stesso essere molto pericolosi per la nostra salute. Cerchiamo di capirlo insieme.

La minaccia per la nostra salute è direttamente collegata al fatto che si tratta di molecole ossidanti molto instabili e reattive. Questa instabilità dipende dalla struttura di queste molecole che presentano un solo elettrone nell'ultimo orbitale. Questo elettrone "spaiato" rende la molecola fortemente reattiva, ovvero capace di legarsi facilmente con qualsiasi altra molecola vicina per recuperare l'elettrone che gli manca.

In pratica i radicali liberi, per pareggiare la propria carica e tornare stabili, "rubano" l'elettrone che gli manca agli atomi delle molecole vicine. Queste molecole vengono, quindi, ossidate, cioè diventano a loro volta radicali liberi che si mettono in cerca di un elettrone per pareggiare la propria carica, innescando una vera e propria reazione a catena.

Quando le difese antiossidanti dell'organismo non riescono a mantenere i radicali liberi al livello minimo tollerabile, questi ultimi iniziano a rubare l'elettrone di cui hanno bisogno ad altre molecole vicine tra cui lipidi, carboidrati, proteine e anche DNA e RNA. Così facendo le danneggiano trasformandole a loro volta in radicali liberi e causando danni alle cellule e ai tessuti.

Quando l'organismo non riesce più a controllare questo processo e a spezzare queste reazioni a catena si genera un eccesso di radicali liberi. Il perdurare nel tempo di questa situazione porta a quello che viene definito stato di "stress ossidativo".

Per saperne di più sul legame tra radicali liberi e stress ossidativo, ti suggeriamo di leggere il nostro articolo di approfondimento.

Radicali Liberi e Antiossidanti

Le difese antiossidanti dell’organismo altro non sono che un insieme di molecole in grado di neutralizzare i radicali liberi. Come fanno ad inattivarli? Semplicemente ossidandosi al posto delle altre molecole.

In pratica, gli antiossidanti intercettano i radicali liberi e si legano a loro cedendogli l’elettrone di cui necessitano per tornare stabili. In questo modo ne neutralizzano l'azione senza, però, trasformarsi a loro volta in nuovi radicali liberi e interrompendo così le reazioni a catene indotte dai ROS che portano alla loro riproduzione incontrollata.

Possiamo, dunque, immaginare gli antiossidanti come dei veri e propri "spazzini" del nostro organismo, da qui il loro appellativo di "scavenger di radicali liberi".

Come Contrastare i Radicali Liberi in Eccesso

Dopo aver visto cosa sono e quando e perché possono diventare pericolosi per la salute, cerchiamo ora di capire come evitare che si riproducano in eccesso nel nostro organismo.

In realtà, la risposta alla domanda “radicali liberi come eliminarli” è molto semplice. Occorre mantenere alte le difese antiossidanti dell’organismo. Come? Cercando di non far mai mancare sulle nostre tavole i "cibi contro i radicali liberi".

Infatti, anche se il nostro organismo produce internamente alcuni agenti antiossidanti come ad esempio il Glutatione e l'Acido Alfa Lipoico, la maggior parte degli antiossidanti li assumiamo con la dieta. Le principali sostanze antiossidanti che una volta assimilate dall'organismo vanno a rinforzare la rete di difesa contro l'attacco dei radicali liberi, sono:

  • le Vitamine E, C ed A;
  • i carotenoidi, quindi licopene, luteina, zeaxantina, beta-carotene;
  • i polifenoli, quindi flavonoidi, cumarine, antociani, catechine, tannini e molti altri contenuti in tantissime varietà di vegetali;
  • minerali come selenio, rame, zinco, manganese.

Per scoprire quali cibi sono ricchi di queste preziose sostanze, puoi leggere questo articolo dedicato proprio agli antiossidanti e in quali alimenti si trovano.

Non solo Dieta ma Stile di Vita Sano

Ovviamente, la dieta da sola non basta. Infatti, se da un lato è importante rinforzare le nostre difese antiossidanti, dall'altro è importante ridurre la produzione di radicali liberi. Questo è possibile eliminando o riducendo i tanti fattori di rischio esterno che portano il nostro organismo a produrre ROS. Tra questi troviamo fumo, abuso di alcol, stress psicofisico, sovrappeso, cattiva alimentazione, eccessiva e scorretta esposizione ai raggi UV (quelli del sole).

Infine, in alcuni casi, ad esempio quando non si possono assumere alcuni alimenti, potrebbe essere utile affiancare alla dieta l'assunzione di integratori alimentari contro i radicali liberi, ovvero a base di principi attivi antiossidanti. In questi casi è sempre preferibile scegliere prodotti di origine naturale e non sintetica, anche se i cibi freschi devono sempre restare la prima scelta.

Se cerchi un integratore dall'elevato potere antiossidante, puoi provare il nostro Organic Lycopene 10 mg, l'unico integratore di Licopene certificato biologico, un alleato quotidiano della tua salute.

Disclaimer:

Le informazioni riportate in questo sito hanno carattere e scopo puramente informativo e non intendono in alcun modo sostituirsi al parere del proprio medico o specialista. Con riferimento ai prodotti consigliati nel sito, si raccomanda di sentire sempre e comunque il parere del proprio medico o specialista prima dell’utilizzo. In nessun caso il titolare del sito sarà responsabile per eventuali danni derivanti dall’utilizzo errato da parte dell’utente dei contenuti e delle informazioni pubblicate nel sito.

Organic Lycopene

L’ integratore di Licopene Biologico certificato frutto della ricerca Licofarma. Protegge ogni giorno la Salute del tuo organismo, combattendo lo stress ossidativo.

Scopri proprietà e benefici

Articoli Recenti